Non innamorarti della mia parte accettabile, sopportabile. Quella parte che fa pensare che in fin dei conti non sono tanto male. Innamorati invece di quella parte che tante volte è meglio evitare. Quella parte scorbutica, acida, che dice stronzate e non ne fa una giusta. Innamorati di quando ho i capelli raccolti in uno chignon spettinato, innamorati di me in pigiama, che giro per casa a piedi nudi, appena sveglia e con le occhiaie. Innamorati di me quando crollo, ma poi so rialzarmi da sola, quando dico non ce la faccio, ma poi non mollo. Innamorati di me anche se dico parolacce e spesso sono volgare, anche se non so chiedere scusa e sono troppo orgogliosa, anche se potrei urlarti addosso, ma in realtà vorrei solo essere stretta tra le tue braccia. Innamorati della parte più vera, quella che con te non nasconderei, perché so che potrei fidarmi, perché tu l’accetteresti. Perché se tu te ne innamori, io mi sento un po’ meno sbagliata.

Torniamo indietro.
Torniamo a quando ti mancavo da morire, a quando mi mandavi il “buongiorno”, torniamo a quando parlavamo tutta la notte.
Torniamo a quando aspettavo i tuoi messaggi e tu non c’eri; a quando eravamo orgogliosi entrambi e ci sentivamo dopo giorni, ma poi ci sentivamo, perché ci mancavamo.
Torniamo a quando eri tutti i miei sorrisi, a quando se mi chiedevano di te io ero felice e basta.
Torniamo a quando facevamo tanti progetti su un futuro.
Torniamo a quando ti guardavo negli occhi e un attimo dopo mi giravo per ridere, perché non ce la facevo. Perché i tuoi occhi erano e continuano ad essere troppo per me.
Torniamo a quando mi baciavi i sorrisi.
Torniamo a quando non sapevo cosa mettere il sabato sera, perché c’eri tu.
Torniamo a quando facevamo foto e video insieme; torniamo a quando camminavamo mano nella mano e le persone ci invidiavano, perché eravamo bellissimi.
Torniamo a quando mi addormentavo con il sorriso; a quando se mi chiedevano come stavo non ci pensavo neanche due volte a dire che stavo bene.
Torniamo a tutte quelle volte che avrei voluto finirla e non l’ho fatto, e sono stata in silenzio. Perché non ce l’avrei fatta.
Torniamo a tutte quelle volte che ti ho perdonato, senza che tu lo sapessi. Torniamo indietro.
Torniamo agli abbracci da dietro, ai sorrisi, agli sguardi, alle mani.
Torniamo a quando eravamo insieme. Torniamo indietro, insieme.
Torniamo a quando ero felice, perché ora, se te lo stai chiedendo, non lo sono più.